Rivista per le Medical Humanities

«Di fronte all’indicibile, la pagina rimane vuota. Tacere però significa oggi più che mai essere complici. Abbiamo il dovere morale di reagire! Noi abbiamo sempre avuto l’ambizione di parlare di sofferenza, ma cosa dire e cosa fare quando questa sofferenza supera ogni grado dell’immaginabile?»

top